close
search
Cerca
su Reale Mutua

Scrivi qualcosa...

​​​​I principali dati sull'andamento del 2019 confermano la solidità patrimoniale del Gruppo nel confronto con l'anno precedente:

Quasi

5,0

MLN
Assicurati

276%​

Indice di solvibilità
​ Solvency II​

3.694

Dipendenti

151,6

MLN
risultato di consolidato di Gruppo in €

​​Dati economici e patrimoniali consolidati (​in milioni di euro)
  2018 2019
Premi contabilizzati totali ​ 4.9805.258
Risultato di Gruppo 148,0151,6
Investimenti 17.94819.736
Riserve tecniche nette 15.73517.295
Patrimonio netto consolidato 2.5672.779
Altre informazioni
  2018 2019
Combined ratio Operativo 97,9%97,6%
Indice di solvibilità Solvency II* 281​%276%

(*) L’indice di solvibilità Solvency II è calcolato con il Modello Interno Parziale​​​

La struttura del Gruppo
Scarica il fact sheet del gruppo​​
Risparmi per attività Antifrode esercizio 2019

ADEMPIMENTI DI CUI ALL’ART. 30 LEGGE 27/2012 E REG. N.44/2012 IVASS
 

Reale Mutua

In merito all’attività di repressione delle frodi, così come previsto dall’art. 30 comma 2 della legge 24 marzo 2012 n. 27 e con osservanza delle istruzioni diramate dall’Ivass con lettera al mercato dell’11 marzo 2014, la Società stima di aver ridotto gli oneri per sinistri derivanti dall’accertamento delle frodi, a seguito della propria sistematica azione di controllo e repressione, di circa 4,7 milioni di euro (5,6 milioni di euro al 31 dicembre 2018).
​​Tale stima è determinata considerando i risparmi ottenuti a fronte di sinistri per i quali, accertata la frode, gli enti specialistici Antifrode e Aree Speciali, congiuntamente al contributo della Rete Liquidativa, hanno provveduto alla chiusura senza seguito nel corso dell’esercizio​​.

Italiana

In merito all’attività di repressione delle frodi, cosi come previsto dall’art. 30 comma 2 della legge 24/3/2012 n. 27 e con osservanza delle istruzioni diramate dall’Ivass con lettera al mercato del 11 marzo 2014, la Società stima di aver ridotto gli oneri per sinistri derivanti dall’accertamento delle frodi, a seguito della propria sistematica azione di controllo e repressione, di circa 2,3 milioni di euro​ (3,3 milioni di euro nel 2018).
Tale stima è determinata considerando i risparmi ottenuti a fronte di sinistri per i quali, accertata la frode, gli enti specialistici Antifrode e Aree Speciali, congiuntamente al contributo della Rete Liquidativa, hanno provveduto alla chiusura senza seguito nel corso dell’esercizio.​


​​
​​

Il premio che stai per vedere è valido se:

Contraente e proprietario

del veicolo coincidono

Non hai usufruito del

Decreto Bersani

Hai preso la patente

prima dei 21 anni

Il tipo di antifurto è

Chiave meccanico-elettronica

Stiamo elaborando i dati,
per favore pazienta qualche secondo