close
search
Cerca
su Reale Mutua Assicurazioni

Scrivi qualcosa...

I principali dati sull'andamento del 2017 confermano la solidità patrimoniale del Gruppo nel confronto con l'anno precedente:

4,446

MLN
Soci Assicurati

1.177

Agenzie

3.659

Dipendenti

147,5

MLN
risultato di consolidato di Gruppo in €

Dati economici e patrimoniali*
  2016 2017
Premi contabilizzati totali di lavoro diretto3.8584.541
Rislutato di Gruppo131,0157,5
Investimenti12.48817.564
Riserve tecniche nette10.53915.397
Patrimonio netto di Gruppo2.4322.567


* consolidati (in milioni di euro) al 31/12/2017

Altre informazioni
  2016 2017
Combined ratio Danni95,0%98,5%
Indice di solvibilità Solvency II247,8%202,3%*

*​​​​L’indice di solvibilità Solvency II relativo al 2017 è calcolato con formula standard su dati preliminari attualmente disponibili.​

Risparmi per attività Antifrode esercizio 2017

ADEMPIMENTI DI CUI ALL’ART. 30 LEGGE 27/2012 E REG. N.44/2012 IVASS

Reale Mutua

​In ottemperanza alle disposizioni previste all’art. 30 comma 2 della legge n. 27 del 24/3/2012, si comunica che la Società stima di aver ridotto gli oneri per sinistri derivanti dall’accertamento delle frodi, a seguito della propria sistematica azione di controllo e repressione, di circa 4,3 milioni di euro.

​Tale stima è determinata, come da istruzioni diramate dall’IVASS con lettera al mercato del 11 marzo 2014, considerando i risparmi ottenuti a fronte di sinistri per i quali, accertata la frode, gli enti specialistici Antifrode e Aree Speciali, congiuntamente al contributo della Rete Liquidativa, hanno provveduto alla chiusura senza seguito nel corso dell’esercizio.

Si segnala altresì che l’impresa, secondo criteri di elaborazione autonomamente individuati, stima di aver ottenuto un risparmio di circa 7,2 milioni di euro. Nello specifico tale importo è calcolato assumendo i risparmi degli enti specialistici Antifrode e Aree Speciali come il costo dei risarcimenti al netto di ogni integrazione a costo ultimo e al lordo delle spese di resistenza.​​


Italiana Assicurazioni

In ottemperanza alle disposizioni previste all’art. 30 comma 2 della legge n. 27 del 24/3/2012, si comunica che la Società stima di aver ridotto gli oneri per sinistri derivanti dall’accertamento delle frodi, a seguito della propria sistematica azione di controllo e repressione, di circa 2,8 milioni di euro.

Tale stima è determinata, come da istruzioni diramate dall’IVASS con lettera al mercato del 11 marzo 2014, considerando i risparmi ottenuti a fronte di sinistri per i quali, accertata la frode, gli enti specialistici Antifrode e Aree Speciali, congiuntamente al contributo della Rete Liquidativa, hanno provveduto alla chiusura senza seguito nel corso dell’esercizio.

Si segnala altresì che l’impresa, secondo criteri di elaborazione autonomamente individuati, stima di aver ottenuto un risparmio di circa 5,7 milioni di euro. Nello specifico tale importo è calcolato assumendo i risparmi degli enti specialistici Antifrode e Aree Speciali come il costo dei risarcimenti al netto di ogni integrazione a costo ultimo e al lordo delle spese di resistenza.​​​

Il premio che stai per vedere è valido se:

Contraente e proprietario

del veicolo coincidono

Non hai usufruito del

Decreto Bersani

Hai preso la patente

prima dei 21 anni

Il tipo di antifurto è

Chiave meccanico-elettronica

Stiamo elaborando i dati,
per favore pazienta qualche secondo